PRESENTAZIONE "Le lune di Avel" di Antonio Masseroni

Titolo: Le lune di Avel
Autore: Antonio Masseroni
Editore: Infinito edizioni
Genere: Fantascienza
Formato: ebook/cartaceo
Prezzo:        6,99 € / 14,00 €
Data pubblicazione: Ottobre 2017
Pagine: 356
pagina autore
sito internet
“La Terra era ormai diventata un luogo inospitale, dilaniata e ferita dal male scatenato dagli stessi uomini. Fuggire sembrava essere l’unica soluzione, in quel momento oscuro in cui i conflitti e la distruzione parevano ormai destinati a durare in eterno.
Eppure nessun luogo sulla Terra sembrava essere sufficientemente lontano, né abbastanza sicuro.
Poi, improvvisamente, un richiamo ci giunse dalle stelle, dalle remote e sconosciute profondità del cosmo. Qualcuno voleva salvarci, portarci via, offrirci protezione sul loro pianeta lontano, dove avremmo potuto vivere al sicuro da ogni sofferenza. Avel ci aspettava, per concederci finalmente la pace interiore che sognavamo da sempre.
Quella terra promessa, quel paradiso caldo e accogliente, aveva soltanto un piccolo prezzo… Avremmo dovuto smettere di essere tutto ciò che eravamo prima, avremmo dovuto dimenticare ogni cosa.
Ma un uomo è qualcosa di più dei suoi ricordi.
Era questo che la gente delle stelle non avrebbe mai potuto capire.”
“Le lune di Avel” è un romanzo di fantascienza che racconta la storia di esuli umani, fuggiti alla distruzione del mondo e ospitati in un luogo lontano e sconosciuto da una razza aliena evoluta e illuminata. Il prezzo che gli uomini hanno dovuto pagare per meritare questo lontano paradiso, è la cancellazione della propria memoria e dei propri istinti. I personaggi si ritrovano, dunque, a vivere le loro nuove vite come tante scatole vuote che bramano disperatamente di essere di nuovo riempite, ombre vacue che si muovono, del tutto prive del senso dell’orientamento, in quello che sembra essere uno scenario totalmente sconosciuto.
E così, oltre la linea narrativa, tra le pieghe della avvincente storia, intravediamo un disagio ancora più grande: quello di diventare profughi, non solo a livello fisico e territoriale, ma soprattutto emotivamente. Si tratta di uno specchio implacabile sul disagio più angosciante della nostra società, quello della solitudine emozionale, il rischio di trovarsi costretti a vivere rinchiusi nel proprio mondo individuale mentre tutto intorno ci appare estraneo, ostile e impenetrabile.


Antonio Masseroni, scrittore e musicista abruzzese, nasce nel 1978 e vive a Roseto degli Abruzzi. Nel 2014 ha pubblicato “La nostalgia dell’acqua”, suo romanzo di esordio. A distanza di circa un anno, il suo secondo romanzo “Riverberi d’ombra”, vince nella categoria Emotion al Premio Letterario Internazionale di Cattolica. Le sue storie viaggiano dal genere fantastico, al thriller, alla fantascienza, seguendo sempre il filo conduttore della centralità delle emozioni umane.

Buona lettura!

RECENSIONE "Incanto di Natale" di Pamela Baiocchi e Michela Piazza

TITOLO: Incanto di Natale
AUTRICE: Pamela Boiocchi, Michela Piazza
EDITORE: Self publishing
GENERE: Humor/ Romanzi Rosa
FORMATO: ebook
PREZZO: EURO 0,99 / KU
DATA PUBBLICAZIONE: 8 novembre 2017
PROTAGONISTI: Gipsy, Guillaume, Etienne
PAGINE: 114
SERIE: Non è il mio tipo








Una favola natalizia ambientata sulle incantevoli Alpi francesi
Gipsy detesta il suo nome, preso da un romanzo di Liala.
Gipsy si vergogna di sua madre, che scrive romanzi erotici, e un po' anche di suo padre che insegna meditazione.
È una con i piedi per terra, lei, un revisore dei conti con ottime prospettive di carriera.
Proprio per mettersi in luce agli occhi del suo capo, accetta di lavorare al bilancio di un resort durante le Feste... Ma non ha fatto i conti con il fascinoso Guillaume, proprietario dell'albergo, né con l'irritante ma irresistibile Étienne, l'insegnante di sci!
Possibile che la magia del Natale sia in grado di far innamorare persino una ragazza moderna?
NON È IL MIO TIPO, una trilogia di romanzi AUTOCONCLUSIVI
Perché, a volte, l'uomo meno adatto a te è il solo in grado di renderti felice



Buongiorno, lettori! Oggi vi parlerò di "Incanto di Natale", l’ultima pubblicazione di Pamela Baiocchi e Michela Piazza, due autrici che, se da sole sono molto brave, insieme sono inarrestabili!

Protagonista è Gipsy: giovane, ambiziosa, con i piedi ben piantati per terra e tanta voglia di dimostrare non solo di essere in gamba ma, soprattutto, di non essere simile ai suoi genitori. 
Sì, perché in effetti i suoi la imbarazzano un po’. 
Sua madre, così giovane ed energica da sembrare sua sorella, scrive romanzi piccanti. Suo padre, invece, insegna meditazione e tiene convegni in casa loro. Il loro essere hippies e le loro insistenze affinché viva senza troppi pensieri spingono Gipsy a crearsi un mondo tutto suo, in cui il lavoro rappresenti una certezza, qualcosa di concreto, di tangibile.
Con lei, a sostenerla, ci sono Priscilla e Mercedes, le zingare (così si chiamano tra loro), amiche fidate, sempre pronte a darle man forte, specie quando Gipsy annuncia ai suoi che dovrà lavorare a Natale. Si reca così in un lussuoso resort sulle Alpi francesi, felice di bypassare albero, regali, dolci, e di potersi immergere in controlli e resoconti. Ciò che però ignora è che il luogo inizierà pian piano a esercitare su di lei una certa attrazione, soprattutto a opera della fauna maschile che lo occupa. 
Prima, infatti, conoscerà l’affascinante Guillaume, uno degli amministratori, che con le sue maniere gentili e il suo fascino discreto saprà farle abbassare la guardia. Poi arriverà uno scapestrato massaggiatore/maestro di sci, Etienne, tanto intrigante quanto dolce. E per Gipsy arriverà il momento di crescere, di abbandonare quella punta di cinismo che ha indossato come una corazza e di ritrovare la magia del Natale nell'ambiente e nelle persone che la circondano.

Difficile non sorridere con un racconto come questo, talmente simpatico che lo si legge in pochissimo tempo. Ogni personaggio ha un suo perché, un carattere preciso, un ruolo funzionale alla storia. Gipsy, per esempio, colpisce per la sua determinazione, la forza caratteriale, ma anche per la capacità di evolversi, di aprirsi a nuove esperienze, che la aiutano a ritrovare non solo l’entusiasmo di quando era bambina, ma anche il coraggio di superare i propri limiti.
I due personaggi maschili, Guillaume ed Etienne, sono altrettanto ben costruiti. Si fa fatica a staccare gli occhi da uno e dall’altro e i dialoghi tra loro e Gipsy sono frizzanti e realistici.
Una menzione speciale meritano le zingare, le amiche del cuore, che sanno cosa dire per spronare la protagonista ma, da vere sorelle, sanno anche quando tacere. Il rapporto tra loro è intenso, brioso e si sviluppa attraverso i libri della serie Non è il mio tipo. Da non perdere!
Lo stile, proprio come la storia, è fresco, leggero, piacevole. Senza errori né altri difetti, la scrittura garbata ci accompagna in questa vacanza sulla neve, facendocela godere come se fossimo nel resort anche noi, seduti di fronte al camino mentre ci gustiamo una cioccolata calda.
Un libro eccellente, non solo per il periodo natalizio!

Buona Lettura!!!


PRESENTAZIONE IN ANTEPRIMA "Ardenti Deliri" di Alessandra Paoloni

Titolo: Ardenti Deliri
Autore: Alessandra Paoloni
Genere: Artbook
Editore: Delrai Edizioni
Collana: Cassiopea
Pagine: 76
Data di uscita: dicembre 2017
Prezzo Cartaceo: 18,00 euro








Una serata danzante tra lo sfarzo di una villa ottocentesca, i profumi delle donne dagli appariscenti abiti e uomini colti ed eleganti. L’anima dei pensieri si tramuta in pieno ardore, mentre lo spirito dei presenti rimugina sulla vita e i perché dell’esistenza. Tante domande, risposte, personalità, si soffermano sulla realtà in un avvicendarsi di motivazioni che conduce chissà dove. E non c’è essere umano che non pensi, non c’è vita separata da un’altra, persiste l’atmosfera calda e magica di una serata di fine Ottocento, dove il mistero dell’umanità si dispiega e diventa afferrabile al lettore che si immerge tra le immagini e i monologhi interiori. Dunque, benvenuto, questa sera balleremo io e te e rifletteremo su chi tu sia veramente.


Alessandra Paoloni vive in un paesino alle porte di Roma. Fin da bambina nutre un interesse viscerale per la lettura e per la scrittura, tanto da credere di essere nata con la penna già in mano, pronta a volare in luoghi lontani e mondi diversi con la fantasia. Ama trarre ispirazione dalle piccole cose, anche quotidiane, e non rinuncerebbe mai al freddo autunnale, alla cioccolata calda e a un buon libro. La passione con cui vive la scrittura le ha regalato un percorso editoriale che ha avuto inizio dieci anni fa, un viaggio che dura tuttora e che l’ha vista cimentarsi in tanti generi diversi, senza mai porsi limiti. E chissà dove la porterà la voglia di andare lontano… Questo è il suo primo libro per la Delrai Edizioni con cui ha intrapreso un’originale collaborazione.



Buona Lettura!!!

COVER REVEAL "Sapore proibito" di Catherine BC




Il sapore proibito è quello agrodolce dell’amore di Stephen per Mya, un sentimento che sembra nascere da una pulsione adolescenziale, ma che invece cresce col tempo fino a trasformarsi in una dolce ossessione. 
Stephen è sensibile e tenero, vero a tal punto da esporsi senza remore, mentre Mya, che è la sua insegnante e vicina di casa, è più matura e con un passato che le grava sulle spalle, fino a renderla insicura e diffidente.
Tra loro nascerà un amore capace di sfidare il tempo e le convenzioni, un qualcosa di puro, una fusione di corpo e anima che porterà il lettore a credere che la felicità non abbia bisogno di grandi gesti, ma possa essere fatta soprattutto di piccole cose.
Una storia sospesa sul filo sottile che delimita il sogno dalla realtà, un confine che la fantasia di ognuno è libera di valicare.







Quando si conosce il proprio nemico, non si temono gli scontri. Quando le regole sono chiare, non rimane che elaborare la propria strategia. Come si fa, però, quando le carte in tavola cambiano all’improvviso? Come si reagisce di fronte a un avversario che si spoglia delle sue vesti e si fa pericolosamente vicino?
Elisabeth conosce Paul da sempre: era il compagno di sua sorella ed è il padre di suo nipote Stephen. Un uomo egoista e cinico, abituato a giocare sporco, con cui si è confrontata più volte, uscendone vincente. Lui ora vuole vendicarsi, invadendo ogni suo spazio, fino a ricattarla sia nel lavoro che negli affetti.
Proprio a quel punto, tuttavia, il destino interviene nelle loro vite in modo inatteso, confondendo i ruoli, mostrando lati dell’uno e dell’altra del tutto nuovi, fino a far loro capire che la soglia fra l’odio e l’amore, a volte, può essere davvero labile.





Catherine BC (Katy Policante) nasce e vive in provincia di Verona. Compie un percorso di studio variegato sia per attitudine che per esigenze personali. È attratta dalla scrittura fin dall'adolescenza. Ha partecipato a contest e concorsi organizzati da riviste e siti letterari. Ha scritto diversi racconti e qualche poesia, una delle quali è stata pubblicata su un settimanale femminile.
Nell’agosto del 2013 ha autopubblicato “Il sapore del proibito” (Forbidden Trilogy), il suo romanzo d’esordio. Dal 12 dicembre 2013 un suo racconto natalizio è comparso tra le pagine dell’antologia “Natale e dintorni” edita dalla Alcheringa Edizioni . Nello stesso periodo un altro suo racconto “Un nuovo inizio” è stato inserito nell’antologia “Halloween’s Novels”, curata da Le passioni di Brully e pubblicata su Amazon. Nel gennaio del 2014, ancora da self publisher , presenta il racconto, “La sindrome di Stendhal”. Nei primi mesi del 2014 un altro suo lavoro, “L’amore sa di tappo” è stato scelto dalla Butterfly Edizioni per far parte di un’antologia che è uscita il 16 dicembre 2014. Sempre nello stesso giorno è uscito anche un suo racconto, “Samhain, la soglia” per la Delos Digital. Il 13 maggio del 2015 un suo racconto “Pietre leggendarie” è stato pubblicato all’interno dell’antologia “Italia. Terra d’amori, arte e sapori” di EWWA. Nell’agosto del 2015 ha auto pubblicato il secondo romanzo della Forbidden Trilogy, “Ricatto proibito”. Nell’ottobre del 2015 è uscito “La più dolce tentazione”, un romance con sfumature erotiche edito dalla Rizzoli per la collana You Feel. Nel settembre del 2016 un altro suo racconto “Riemergere dal passato” è stato inserito nell’antologia “Racconti dal Veneto”.
Dopo un periodo di inquietudine, il 20 ottobre del 2017 torna con il suo primo romanzo a quattro mani, “Scars – Frammenti di noi” scritto con Emma Altieri.

PRESENTAZIONE IN ANTEPRIMA - "Antologia Lei x Lei" di Autori Vari

Antologia Lei x Lei
Così amate. Storie di ragazze.

Autori Vari
Prezzo: gratis
pubblicazione: 30 novembre
ORDER


L'Amore è Tutto.
L'Amore non cambia se è tra un uomo e una donna, tra due uomini o due donne. L'Amore è il sentimento più potente del mondo eppure anche il più osteggiato e represso.
Con questa antologia vogliamo iniziare a riempire una voragine, quella rappresentata dalla mancanza quasi totale di storie romantiche, divertenti, scanzonate, fantasy... dove le protagoniste sono Ragazze che si Amano.
L'Antologia presenta una pennellata molto varia di generi: da una poetica presa coscienza di sé e trasformazione del primo racconto, alla vita di una studentessa bisex dei giorni nostri alle prese con una "cotta", passando per alcuni racconti in puro stile romance e un adrenalitica storia di mutaforma.
Insomma, un arcobaleno di generi per un genere di nicchia.
Sette colori reinterpretati da: Francesca Masante, Lily Carpenetti, Chiara Fessler, M. Grey, Achille Astolfi, Lainel, B.Blake.


Cathlin B. 
per il mio gruppo "Così Amate. Storie di Ragazze", ho curato un'antologia a tema lesbo perché mi sono accorta che è un genere molto, molto, molto di nicchia e pochissime ne scrivono. E in genere sono lgbt.

L'antologia dovrebbe uscire il 29/11 tramite Streetlib, sarà sempre Gratuita perché il mio scopo è solamente quello di far conoscere questo genere tutto al femminile e gli autori. Gli Autori sono: Francesca Masante, Lily Carpenetti, Mick Grey, B.Blake, Chiara Fessler, Achille Astolfi e Lainel.
Buona lettura!


PRESENTAZIONE IN ANTEPRIMA "Maledetto Natale" di Mariella Mogni

Titolo: MALEDETTO NATALE
Autrice: Mariella Mogni
Editore: Eroscultura
Genere: Erotico
Formato: ebook
Prezzo: €/3,99    
Data pubblicazione: 1 dicembre 2018
Protagonisti: Federica e Michele
Pagine: 170
pagina autrice


Come dovrebbe essere una storia d’amore tra una donna e un uomo? Certo, ognuno di noi avrà la propria risposta, ma siamo sicuri che la maggior parte risponderebbe: dolce passionale, commovente. Qualcuna/o aggiungerebbe: impetuosa, carnale, a tratti feroce. Mariella Mogni ci dona tutti questi ingredienti per una straordinaria cena di Natale. Ed è proprio a pochi giorni dal Natale che il romanzo prende le mosse.  Federica, sola e amareggiata, ripercorre gli ultimi otto mesi, segnati dalla sua storia con Michele. Un amore nato per caso, su un treno, e sballottato da una città all’altra in cerca di un difficile equilibrio. È stato facile per entrambi abbandonarsi a una passione travolgente, assoluta, di quelle che lasciano i segni sul corpo e riempiono il cuore di speranza. Ma la storia di Federica e Michele non sembra essere nata sotto i migliori auspici e lei non riesce ad adattarsi al ruolo di amante di un uomo sposato, legato da obblighi e sensi di colpa a una donna che non ama più. Per questo si prepara a trascorrere il Natale da sola. Il maledetto Natale delle amanti, delle donne costrette a ripetere “Scegli, o me o lei” Quante donne e uomini si ritroveranno in Federica e Michele, quanti soffriranno per i contrasti, le liti, le discussioni. E quanti si ecciteranno per la passione che cola come miele da queste pagine così ben scritte, perché un amore senza passione e carne, si chiama amicizia. ADATTO A UN PUBBLICO ADULTO
                                               
Mariella Mogni è nata e vive in provincia di Firenze, con il marito, il figlio e un gatto. Laureata in lettere, con una tesi su Giacomo Leopardi, si ritiene una casalinga felice e realizzata. Ama cucinare, occuparsi della propria famiglia ed è una lettrice accanita. Nei suoi romanzi predilige approfondire il lato psicologico dei personaggi raccontando storie spesso scomode anche se profondamente legate alla vita di tutti i giorni. Curiosa e riflessiva per
natura, pone al centro della narrazione i rapporti di coppia mettendone in luce le dinamiche e le contraddizioni. Pur scrivendo da sempre, ha iniziato a pubblicare solo a partire dal 2015 quando ha partecipato al secondo concorso “Entra anche tu in Sperling Privé”, indetto dalla casa editrice Sperling & Kupfer, aggiudicandosi il primo posto con “Concerto a due voci”, il suo primo romanzo erotico, pubblicato nel febbraio 2015. A questo è seguito “Oltre l’amore” sempre per la collana digitale di Sperling, uscito nel luglio 2015. Nel 2016 è approdata alla collana YouFeel di Rizzoli pubblicando quattro romanzi anch’essi appartenenti al genere erotico: Peccati di famiglia (luglio 2016), I nostri incontri proibiti (ottobre 2016), La donna di tutti (febbraio 2017), Sarai il mio giocattolo (luglio 2017). Maledetto Natale segna il suo esordio con la Casa editrice Eroscultura.




RECENSIONE "Baby don't cry" di Paola Garbarino

Titolo: Baby don’t cry
Autrice: Paola Garbarino
Editore: Self publishing
Genere: Romance
Formato: ebook/cartaceo
Prezzo: € 2,99/ €14,99
Data pubblicazione: 28 ottobre 2017
Protagonisti: Milo e Petra
Pagine: 450
Serie: autoconclusivo


Lui non mi aveva mai fatto male. A parte la prima volta, per parecchi secondi per me interminabili ma non l’aveva fatto apposta. E a parte nel mio cuore e lì l’aveva fatto apposta.
Ogni cosa mi faceva pensare a lui, perché Milo era dappertutto.
Ed era dappertutto perché era dentro di me.

Il cuore mi batte velocissimo. Lui mi ha già conquistata ma non posso mica confermarglielo “Sei proprio un arrogante!”
“Lo sento… come ti batte il cuore ogni volta che ti bacio.”
“Magari io non provo niente di tutto ciò, brutto presuntuoso! Magari il mio cuore batte così perché ho problemi cardiaci. Magari è solo che mi piace baciarti perché non mi sbavi la faccia come altri.”
“Quali altri?”
Milo e Petra si conoscono dalle elementari e adesso stanno per laurearsi. Da anni sono amici con benefici, trascorrono momenti infuocati nel privato ma quasi si ignorano appena messo piede fuori dal letto. Come sono arrivati a questo punto?
Si può crescere con l’idea del principe azzurro e del lieto fine e non soccombere alla realtà delle relazioni moderne?
La storia di un piccolo grande amore, una di quelle come ce ne sono tante: il primo batticuore della giovinezza, quell’esperienza straordinariamente intensa, meravigliosa e difficile, che può essere l’adolescenza; quell’amore che si sente potente e fragile allo stesso tempo, che si crede immortale e invincibile. La storia che sarà la base di tutte le nostre relazioni future: coi suoi picchi, i suoi sbagli, le sue emozioni estreme, le piccole ossessioni, la complicità degli amici, la passione che sboccia.
E poi la presa di coscienza, la perdita dell’innocenza, del crescere, del diventare grandi.
È vero, le fiabe forse sono morte ma si può ancora sperare nel vissero felici e contenti.



Paola Garbarino è nata a Genova il 30 novembre 1974. Ha studiato Letteratura e Arte e insegnato a lungo nella Scuola pubblica. Ha viaggiato molto e vissuto in Finlandia, Corea del sud e Inghilterra. Attualmente vive in un esotico luogo del mondo assieme al marito e alle due figlie e sta scrivendo una nuova storia.



Buona giornata lettori del blog “Opinioni Librose”. Oggi vi parlerò dell' ultimo romanzo di Paola Garbarino. Il titolo del libro è Baby don't cry.
Per un lettore, forse, non c'è niente di più entusiasmante di leggere una bella storia e di scoprire un'autrice talentuosa, ancor di più se l'autrice in questione è italiana. È quello che mi è accaduto questa volta, ho scoperto Paola Garbarino e il suo talento e ne sono davvero felice. Ho letto un romanzo coinvolgente e ricco di emozioni.

Conosciamo i personaggi, fra i banchi di scuola:
-il protagonista maschile è Milo Romano, un bambino molto carismatico ed estroverso, bellissimo con i suoi capelli nerissimi e occhi grigi capaci di incantare;
-Petronilla Delfini, potrebbe essere il suo opposto dato che è timida, insicura del suo aspetto e per niente integrata con i suoi compagni. Inoltre è molto emotiva, tanto è vero che, durante il loro primo incontro, in quinta elementare,   vomita sulle scarpe nuove di Milo e, da quel giorno per lui diventa “Petronilla Vomitilla”, un soprannome che si porterà dietro per diversi anni.

“Ciao, e tu chi sei?” chiede, piano, perché nel frattempo la maestra s’è voltata verso la lavagna e sta scrivendo una riga di operazioni che io naturalmente sbaglierò quasi tutte, odio la matematica. Non è la pancia a farmi male, è più in alto, è come quando non mangio da ore, ma sembrano tantissime, tantissime ore. Reagisco come quando mamma e papà mi sgridano, quando non voglio fare una cosa a tutti i costi o quando sono molto molto stanca. Ma non sono abbastanza veloce da girarmi di là. La mia vita sociale è finita. Ho appena vomitato sulle scarpe di Milo Romano."

Il loro rapporto da bambini è un continuo punzecchiarsi e offendersi; in realtà si piacciono, ma dietro questi atteggiamenti cercano di nasconderlo.
Cresceranno, diventeranno adolescenti e come prevedibile, si innamoreranno. “Petronilla Vomitilla” non esiste più, diventerà semplicemente “Nilla”. Vivranno uno di quegli amori magici come solo i primi amori sanno essere. Scopriranno insieme le prime pulsioni, i primi approcci, le prime gelosie.
A Petronilla non sembra vero che quello splendido ragazzo sia davvero interessato a lei, dato che si considera da sempre una ragazza banale, ma si dovrà ricredere perché, con il passare del tempo, il loro rapporto diventerà sempre più intenso e coinvolgente.

“Con lui è così, un' emozione senza fine. Lui è il mio ossigeno e so che sarà così per sempre. Capisco che sono cose estreme che tutti gli adolescenti pensano....ma io lo so, lo sento, con ogni fibra di me, con quella parte di me aerea volatile in contatto diretto col cielo: Milo è metà della mia anima.”


A volte però, nonostante gli ottimi presupposti per una grande storia d'amore, la vita ci mette alla prova, l'insicurezza,  la gelosia e forse una piccola dose di immaturità, che la giovane età comporta, portano i due protagonisti a commettere degli errori, anche inconsapevolmente, ma che comunque porteranno a una brusca rottura. Petra non crede più nelle favole è diventata cinica perché Milo le ha spezzato il cuore; gli anni passano, ma  la ferita rimarrà sempre aperta nonostante abbia tentato di anestetizzare il dolore rifugiandosi in storie di mero appagamento sessuale.



L’Infanzia, l’innocenza, non erano morte quando lui si era preso la mia verginità, ma quando aveva disintegrato i miei sogni.

L’anima muore quando le speranze muoiono.”


Petra e Milo si ritroveranno anni dopo, ormai adulti con caratteri completamente diversi. Diventeranno “amici con benefici” con il patto di non rinvangare il passato. Ma questo non parlare, questo tenersi tutto dentro porterà Petra ancora più in confusione perché non riesce a capire fino in fondo gli atteggiamenti di Milo.


“Sentii le sue dita fra i miei capelli e mi resi conto, con l’ultimo sprazzo di lucidità, che me li stava accarezzando.

Accarezzando, dolcemente.
Non era quel toccare frenetico, quell’infilarmi le mani per guidarmi la testa, quell’afferrarmi per tirarmi giù sulla sua bocca, che accadeva durante il sesso.
Queste erano carezze, senza scopo se non quello di sfiorarmi.
Se ne avevano un altro, io non lo capivo.
Non mi illudevo più, con Milo.”


Non voglio svelare nulla di più, perché è una storia che merita di essere letta, e perché non sarebbe giusto togliervi il piacere di scoprire capitolo dopo capitolo le emozioni che suscita.
Baby don't cry è un romanzo scritto in maniera magistrale, delicato, emozionante a tal punto, da procurare veri e propri batticuore. Una storia vera, credibile e forse per questo capace di coinvolgere tanto. È scritta dal punto di vista della protagonista femminile tranne che per un capitolo verso la fine dove "finalmente” conosceremo anche il punto di vista di Milo, i suoi tormenti e le sue emozioni. Si alternano capitoli in cui troviamo episodi del loro passato, fin da quel famoso giorno della quinta elementare e, capitoli del loro presente dove troveremo due adulti completamente diversi. 
Nel passato viviamo quel sentimento puro e meraviglioso, nel presente troviamo rabbia, tormento, odio, ma comunque in sottofondo si percepisce che è solo un muro costruito dai protagonisti perché i sentimenti sono ancora lì, imprigionati e pronti a scoppiare. 
I dialoghi sono perfetti, crescono con i protagonisti: freschi  quelli adolescenziali, più profondi e intensi quelli dell'età adulta. Sembra di osservare le scene, di viverle insieme a loro, di sentire sulla propria pelle tutte le incomprensioni, le sofferenze, le gelosie e i sentimenti che provano. Una storia meravigliosa che ti porta inevitabilmente a tifare per entrambi i protagonisti. 
In genere, quando leggo un romanzo, mi ritrovo sempre a parteggiare per l'uno o l'altro, in questo caso, non ci sono riuscita e questo, denota una bravura fuori dal comune da parte dell' autrice. Cosa che ho apprezzato tanto è l'apertura dei capitoli: in ognuno troviamo un'estratto tratto da fiabe immortali che abbiamo letto da piccoli anzi, a dire il vero, qualcuna non l'ho letta e ringrazio l'autrice di avermele fatte scoprire... ho già provveduto a colmare le mie lacune.

Dopo questa sviolinata a Paola Garbarino vi aspetterete le 5 stelle... invece no. Saranno 4 e mezzo perché avrei gradito giusto qualche paginetta in più per il finale, o meglio, mi aspettavo una scena in particolare che non c'è stata, della quale parlerò personalmente alla Garbarino se me la volesse donare come regalo di Natale. 
A parte gli scherzi consiglio a tutti di leggere questo libro perché troverete una magnifica storia, personaggi intensi e profondi ed emozioni da montagne russe.

Buona lettura!




PRESENTAZIONE - CALENDARIO AVVENTO NEWTON COMPTON


V i presentiamo l'iniziativa Newton Compton 
Calendario dell'Avvento Newton




Care amiche e cari amici,
ieri abbiamo lanciato il Calendario dell’avvento Newton, un’iniziativa sul nostro Instagram che ci tengo a segnalarvi.

Calendario dell'avvento di libri Newton su Instagram
A partire dal 1 dicembre selezioneremo le più belle foto di Natale per un grande Calendario dell’Avvento digitale condiviso, che verrà pubblicato su Instagram.

Come partecipare
- Fotografare un libro Newton in un contesto natalizio (anche solo un dettaglio, largo alla creatività)
- Usare l’hashtag #NataleNewton e taggare il nostro account
Per chi non ha Instagram: accetteremo anche le foto che arriveranno all’indirizzo social@newtoncompton.com
[Inserire come oggetto della mail: #NataleNewton specificando un recapito a cui inviare il nostro pacchetto nel caso in cui la foto venga selezionata]

Le 24 foto scelte dalla redazione riceveranno un omaggio a sorpresa a gennaio.
Non c'è un limite al numero di foto con cui si può partecipare, privilegeremo la creatività e lo spirito natalizio!

Che aspettate? Partecipate e condividete la notizia con i vostri lettori ;)

PRESENTAZIONE IN ANTEPRIMA - "L'erede ribelle" di Cristiano Pedrini

Titolo: L’EREDE RIBELLE
Autore: Cristiano Pedrini
Genere: Narrativa
Pagine :  119
Formato cartaceo: 13x30
Formato ebook: epub/mobi e pdf
Pubblicato con Youcanprint
Data pubblicazione: Dicembre


CAPITOLO SECONDO

Inizio con brio

Whistler era da sempre considerata una località incantevole. Nei mesi estivi diveniva un luogo dove potersi immergere nella natura e praticare numerosi sport all’aria aperta facendo crescere vertiginosamente la sua piccola popolazione, di diecimila abitanti.
Ma oltre ai paesaggi e alle escursioni che questa meta, tra le più visitate  della Columbia Britannica, poteva offrire, si aggiungevano svariati eventi e manifestazioni che nel periodo invernale cedevano il posto agli sport sulla neve. Nel 2010 la cittadina aveva ospitato la XXI edizione dei Giochi Olimpici Invernali consacrandola agli amanti dello sci alpino e dello snowboard, ma dovendo scegliere molti preferivano le atmosfere da cartolina natalizia che la località offriva in quel particolare periodo dell’anno.
Adagiata ai piedi del monte Whistler, anche  quell’anno, la cittadina si apprestava a offrire la stessa magia a tutti coloro che vi avrebbero vissuto e soggiornato.
Ma quella mattina era iniziata in modo del tutto diverso da quel che Philip avrebbe desiderato, sebbene  al suo risveglio la grande sagoma della montagna era lì ad attenderlo, come sempre. 
Aveva infatti collezionato quello che, per usare un gergo che aveva sentito ripetere più e più volte da parte dei ragazzi che frequentavano la biblioteca, era un bell’esempio di sfiga all’ennesima potenza  a partire dalla sveglia che non aveva suonato e dall’essersi accorto che nel frigorifero l’ultimo brik di latte era desolatamente vuoto. La sua vecchia Ford aveva faticato di nuovo ad accedersi dopo aver passato la notte all’aperto e infine, per completare l’opera, la neve continuava a scendere pigramente ammantando il paesaggio.
“Bene Philip… Oggi ti presenterai al lavoro con un diavolo per capello” pensò sfregando le mani contro il volante mentre la vettura avanzava lentamente lungo la strada imbiancata. Conoscendosi avrebbe reagito in malo modo a qualsiasi commento ed era quello che doveva evitare a ogni costo, soprattutto nella sua nuova veste di tutor. 
«Conta fino a dieci…» si disse sollevando lo sguardo verso il  cielo plumbeo. «No… fino a cinquanta,» aggiunse.
Quando abbassò di nuovo gli occhi sulla carreggiata, scorse una figura lungo il bordo che spingeva quella che sembrava una motocicletta.
«Incredibile, ho trovato uno più sfortunato  di me» si disse arrestando l’auto sul ciglio della strada.
Abbassò il finestrino, cercando di sporgersi. «Serve aiuto?»
La persona si voltò  guardandolo con un’espressione smarrita.
«Se può darmi un passaggio lascerei qui volentieri questo rudere.»
«Certo. Dove deve andare?»
«Alla biblioteca di Whistler» rispose prontamente, appoggiando senza troppi complimenti la motocicletta contro un muretto.
La fantasia di Philip venne congelata dal sorriso prorompente di quella persona che si chinò per aprire lo sportello. Quando se lo ritrovò seduto accanto si accorse che si trattava di un ragazzo, il quale prese a sfregarsi convulsamente le mani per riscaldarsi.
Dal berretto di lana si intravedevano alcune ciocche di capelli castani che si mostravano timidamente su quel viso a punta ancora pallido per via del  freddo.
Il giovane bibliotecario si voltò verso il sedile posteriore e levò dalla sua borsa un termos di caffè caldo, porgendoglielo. «Tieni, questo ti aiuterà» gli disse. 
Quel gesto gentile incontrò di nuovo lo stesso sguardo perplesso del suo ospite.
«C’è qualcosa che non va?» Chiese Philip
«Come faccio a sapere che questa roba è buona e non contiene qualche…»
Philip, senza lasciare che l’ospite terminasse di parlare, gli prese il termos dalle mani e si versò un bicchiere di caffè caldo sorseggiandolo davanti ai suoi occhi azzurri e tersi.
Rimise il tappo e glielo posò sulle gambe rimettendo in moto la vettura. 
«Controlla che non mi addormenti alla guida altrimenti toccherà a te portarci a destinazione» rincarò la dose Philip osservando la strada.
“Ora vediamo come reagisci, piccolo indisponente” pensò, godendosi quel gesto plateale.
«Ti sei offeso per caso?» Si sentì domandare subito dopo.
«Tu cosa dici?»
«Dico di sì, ma te ne farai una ragione.»
«Probabilmente sì. Ma, cambiando discorso, posso chiederti che ci facevi fuori in moto con questo tempo?»
«Non avevo altri mezzi e credevo che la strada fosse più pulita» fu la pronta risposta del ragazzo che lentamente iniziò a svitare il tappo del termos.
«Capisco. Comunque se vuoi posso far finta di non vedere che vorresti bere quel caffè» osservò battendo le dita sul volante.
«Bravo, guarda da tutt’altra parte!»
«Non ci siamo neppure presentati… io sono Philip Bowen.»
«Ma che botta di fortuna… inizierò il mio primo giorno di stage venendo accompagnato dal mio tutor!» replicò ironico il passeggero. 
Le dita del giovane bibliotecario si strinsero nervosamente al volante quando si accorse che il suo esordio era il più lontano possibile da quello che si era immaginato.
Immaginava che avrebbe accolto Jacopo all’ingresso della biblioteca. Un saluto cordiale, una pacca sulla spalla e una stretta di mano… E invece non era accaduto nulla di tutto questo! Tu sei Jacopo Suvich?» chiese, ben sapendo la risposta.
«Che intuito!» rispose lui sorseggiando il secondo bicchiere di caffè.
«Non sarai un fenomeno ma questo lo sai fare bene» soggiunse sollevando il termos.» 

Buona lettura!

COVER REVEAL - "Impossibile" di Julia Sykes


Buongiorno miei cari,
Abbiamo il piacere di ospitare il COVER REVEAL di "IMPOSSIBILE" di JULIA SYKES, edito dalla QUIXOTE EDIZIONI.
Un romance che, dalla trama e dalla cover, promette una lettura al cardiopalma.
Per leggerlo dovremo attendere il 12 Gennaio 2018.
Ecco svelata la cover!


Impossibile

Claudia...
La mia vita è cambiata inesorabilmente quella notte; la notte in cui mi hanno rapita. Ho salvato la
vita di un uomo, ma cosa mi è costato? Posso convincerlo a salvarmi a sua volta?
Lo odio per ciò che mi ha fatto, ma più a lungo rimango intrappolata con lui, più difficile mi risulta
aggrapparmi a quel sentimento. È un enigma di uomo, arrogante in modo sconvolgente, a volte contrito, altre spaventosamente aggressivo a seconda dei momenti. E il dolore nei suoi occhi è come uno specchio per il mio.
Più a lungo resto nelle sue mani, più divento confusa.
La mia libertà vale abbastanza da tradirlo?
Sean...
La mia prigioniera è bella, intelligente e ribelle. Questo connubio attraente piace al mostro che è in me. Voglio conquistare quella ribellione e prendere possesso della sua bellezza. Bramo di reclamare la sua innocenza e tenerla per me.
Ma l'uomo che sono sa che non ci sarebbe nulla di più sbagliato.
Devo decidere chi è più forte: il mostro o l'uomo? In un caso o nell'altro, ho una sola certezza: non la lascerò mai andare.



Coraggio manca poco e poi scopriremo la storia di Claudia e Sean.
A presto!

PRESENTAZIONE - " MK - Mille racconti per mille parole" di Kempes Astolfi

TITOLO: Mille Racconti per Mille Parole (OPEN BOOK): Un Milione di Parole
AUTORE: Kempes Astolfi 
EDITORE: Self publishing 
PREZZO EBOOK: € 2,99
GENERE: Narrativa contemporanea
PAGINE: 164 - in aggiornamento ogni venerdì

Mille racconti per Mille Parole è il primo OPEN BOOK con una cadenza e un numero esatto di parole al mondo, disponibile in Italia su Amazon. Cos'è un Open Book? Semplice: è un "libro aperto".
Una raccolta di racconti destinata a crescere nel tempo, pagina dopo pagina, senza alcuna spesa aggiuntiva dopo l'acquisto iniziale. Un libro aperto da un Milione di parole.

Ogni venerdì, ore 16:23, 10 nuovi racconti ad aggiungersi a quelli già presenti.

Mille parole a racconto. non caratteri o spazi. 
Esattamente Mille Parole. Mille racconti da Mille parole.
Un Milione di parole.
100 settimane, con 10 racconti a settimana.
1000 racconti per 1000 parole.

Ogni settimana i nuovi racconti verranno automaticamente aggiornati, gratuitamente, sul tuo dispositivo Kindle, Pc, tablet o smartphone su cui hai fatto il download del libro.
Torna periodicamente a scaricare il file aggiornato: troverai nuove emozionanti storie. 

Non vuoi scaricare il file tutte le settimane? Dal tuo account Kindle, puoi attivare l'aggiornamento automatico dei tuoi eBook.
ECCO LA SOLUZIONE: dal tuo account Kindle, puoi attivare l'aggiornamento automatico dei tuoi eBook.
ISTRUZIONI AGGIORNAMENTO AUTOMATICO:
-Vai alla pagina "Il mio Kindle" dal sito Amazon
-Seleziona "Gestione dispositivi" dalla barra di navigazione laterale.
-Alla voce "Aggiornamento automatico per gli eBook" seleziona "Attiva"

COME VIENE INTRODOTTO OGNI RACCONTO?
Troverai un micro riassunto per ambientazione, genere e location vicino al titolo, per intuire se quel titolo stimola la tua fantasia. A volte i racconti saranno in prima persona, a volte in terza. A volte potrai trovare una continuità in altre storie, o nei libri che ho scritto in precedenza, come degli SPIN OFF. Troverai riferimenti o rompicapi atti a muovere le sinapsi del tuo cervello per capire dove questo o quel personaggio sono stati citati.
Partirò dal racconto N. 999, esprimendomi in numeri romani. 
Sarà come un conto alla rovescia e il millesimo, il racconto “M”, sarà l’ultimo.

Segnalerò ogni settimana, quando verrà aggiunta una decina di racconti, su www.unmilionediparole.it, sulla pagina Mille Racconti Per Mille Parole, su Instagram www.instagram.com/unmilionediparole, su twitter @KempesAstolfi


Sono Kempes, autore, regista, scrittore. Ideatore di KomeSto?
Amo emozionare le persone con le mie parole, con i miei video.

Nel 2004 ho ideato del Movimento Fotografico Letterario “KomeSto?” in voga su www.KomeSto.it.
Nel 2006 ho ottenuto il diploma di Regia e Sceneggiatura alla Scuola delle Arti. 
Dal 2007 stampo i ‘K? Calendars’ a diffusione internazionale e dall'anno successivo giro il mondo col “KomeSto? Tour”, versione live di 'KomeSto?'.
Nel 2012 scrivo e filmo l’episodio pilota di “Invade The Trash Series”. 
Nel 2013 creo “30SecondsEvents”, organizzando diversi FlashMob tra cui “30 Seconds Into Our Souls” .
Nel 2015 sono stato alla regia di 'On Air', film distribuito da Medusa nei cinema italiani.
Nel 2017 ho collaborato in comparto produzione a My Little Baby, film girato in Florida.

CARRIERA LETTERARIA
Parallelamente a KomeSto? e al percorso cinematografico, ho iniziato a scrivere nel 2013, quando ho pubblicato il mio primo libro, 'L'Abbraccio Perfetto' edito da Prospettiva Editrice. 
Nel 2014 pubblico 'An.Cu.Gio.Ca, Aneddoti Curiosi sul Gioco del Calcio' sempre edito dalla stessa casa editrice.
Nello stesso anno pubblico 'Cosa Pensano i Gatti Italiani dei Felini Stranieri, editato e rivisitato in una seconda edizione nel 2016.
Questo è l'anno dei Mille Racconti da Mille Parole.
Questo è l'anno di UN MILIONE DI PAROLE.


Parola all'autore


Da Ottobre su Amazon ho pubblicato una raccolta di racconti brevi, esattamente da mille parole l'uno. La particolarità del libro, è il fatto che è 'OPEN', aperto.

Ogni venerdì posterò nello stesso libro acquistato una volta sola su Amazon, un nuovo file con 10 nuovi racconti. Tutti i venerdì, ore 16:23.

La prima settimana 10, la seconda 20, la terza 30 e così via. 10 racconti brevi a settimana per 100 settimane: 1000 racconti, da 1000 parole.

Un Milione di Parole.

I racconti sono numerati in numeri romani dal N. 999. Sarà un conto alla rovescia e il millesimo, il racconto “M” (Mille in romano), sarà l’ultimo.

A volte saranno in prima persona, a volte in terza, altre volte troverai interi capitoli dei miei libri passati e futuri, scritti appositamente per questo progetto, spin off o crossover, che proseguono e/o anticipano il mio lavoro fatto nei libri precedenti o futuri.

Per esempio troverai capitoli de “L’Abbraccio Perfetto”, “Cosa Pensano i Gatti Italiani dei Felini Stranieri”,  del mio nuovo romanzo in uscita a brevissimo, "La Donna che Annusava le Librerie".

Dunque si potranno trovare racconti paralleli di evoluzioni dei personaggi, in maniera da creare un unico immenso circuito dove potrai ritrovare “vecchi” amici.

Abbinato al progetto sto creando una playlist molto particolare su youtube. Ogni storia sarà abbinata a una canzone e la playlist della settimana si potrà ascoltare per intero sul canale.

La particolarità è che si paga una volta sola 2,99 € per i 1000 racconti. Potrei dire che al costo di una colazione (abbondante) 'regalo' un milione di parole! :)

Inoltre...

I primi 23 racconti si possono trovare in anteprima, a Edizione Limitata, in un libro cartaceo che regalo a chiunque acquisti direttamente dal sottoscritto una delle copie dei miei libri. Solo mille copie  fino a esaurimento, disponibili anche in allegato all'uscita del mio nuovo romanzo, La Donna che Annusava le Librerie (di cui ti vorrei parlare a parte), di cui con la casa editrice stiamo studiando una prevendita.

Buona lettura!


RECENSIONE- "La mia meravigliosa eccezione" di Francesca Santangelo

Titolo:  LA MIA MERAVIGLIOSA ECCEZIONE
Autrice: Francesca Santangelo
Editore: self
Genere: Contemporary Romance
Prezzo cartaceo: 11,43€
Prezzo ebook:1,99€
Data pubblicazione: 16 dicembre 2016
Pagine: 449
Serie: Love Story Series Vol.1








Allison ha un passato che fatica a lasciarsi alle spalle. Vive costantemente nell’ansia di incontrare le persone che negli anni le hanno fatto del male, sebbene queste siano ormai lontane da lei. Tuttavia, nonostante la paura e la prudenza, decide di iniziare a dare una svolta alla sua vita. Proprio quando sta iniziando a fare dei passi avanti, qualcuno sconvolge le sue fondamenta, tutte le convinzioni che credeva di avere. Braden sa riconoscere un cuore tormentato dai fantasmi del passato, ed è proprio quello che ha visto in Allison il giorno in cui l’ha incontrata per la prima volta.
Anche lui ha qualcuno che lo ha ferito quando avrebbe dovuto proteggerlo da tutto e da tutti, qualcuno che ha preferito la strada accidentata dell’illegalità alla famiglia felice.
Tra loro sarà una corsa contro i sentimenti, contro la paura da sconfiggere e un futuro da vivere; un’eccezione che riempie il cuore di amore, fin quando tutte le loro certezze crollano come castelli di carta.
Adesso il presente è diventato il loro passato.
L’eccezione qualcosa di cui avere paura…


Benvenuti cari Lettori e Lettrici oggi mi trovo qui per parlare di "La mia meravigliosa eccezione"  di Francesca Santangelo.

Allison è una ragazza che vive sotto protezione, ha una guardia del corpo, e non esce mai da sola, anzi potremmo quasi dire che non esce. Ha un passato pesante, qualcosa che l’ha ferita e turbata nel profondo lasciandole una cicatrice profonda e insanabile. Purtroppo questo passato non è solo un fantasma ma il rischio che possa riprenderla e farle nuovamente del male è tutt’altro che remoto.
Ha imparato a difendersi e frequenta il poligono dove oramai è diventata un’esperta nel colpire il bersaglio.

“Certa gente si rilassa con il rumore dell’acqua corrente, o con quello dell’asciugacapelli. Altri, invece, preferiscono il suono di particolari strumenti melodici. Per quanto mi riguardava, invece, se c’era un rumore che mi rilassava era quello dello sparo della mia pistola. Stava a significare che sapevo colpire un obiettivo anche da cento metri di distanza. Significava che avrei saputo come affrontare qualsiasi tipo di pericolo se avevo una pistola a mia disposizione. Poiché quell’arma non avrei potuto portarmela sempre dietro, quello era il motivo per cui frequentavo anche le lezioni di autodifesa.”

È proprio all’uscita dal poligono che incontra, anzi si scontra con un bellissimo ragazzo dagli occhi azzurri, e per la prima volta non ha paura di un estraneo. Stava già facendo passi avanti in quel senso, aveva iniziato a provare a uscire con l’unica amica rimasta, e faceva dei brevi tratti senza guardia del corpo, non senza disagi e attacchi di panico, ma dopo due anni era ora di iniziare di nuovo a vivere.

Incontrare Braden la sconvoge, per la prima volta dopo molto tempo si sente attratta da un ragazzo, ma la paura non la lascia e sebbene Braden non intenda mollare, lei fatica a fidarsi di lui!

“Ero sicura che qualcuno, una volta, mi aveva detto che dei ragazzi con gli occhi del colore del cielo d’estate e con un sorriso da capogiro non ci si poteva fidare. Ci credevo. O forse me lo ero appena inventato. «Allison.» Braden mi fece di nuovo quel sorriso. «È stato un piacere incontrarti.» «Credo che scontrare sia il verbo più giusto da usare» precisai. Lui annuì e mi fece l’occhiolino. «Ci vediamo, Allison.» Mi guardò per un altro istante, poi fece un cenno a Trevor e si voltò per andarsene. Io rimasi lì a fissarlo mentre raggiungeva la sua auto, chiedendomi come sarebbe stato se davvero ci fossimo rivisti.”

E si rivedono, lui la prende quasi come una missione e un passo alla volta ma soprattutto rispettando i tempi e gli spazi di Allison, riesce a conquistare la sua fiducia.

“Braden era la mia eccezione alla regola, la persona che avrebbe potuto ribaltare la situazione se solo gliene avessi dato la possibilità. La vera domanda, però, era se ero abbastanza coraggiosa da volere che la ribaltasse.”

Sembra tutto idilliaco e perfetto, ma Allison non riesce a parlare con Braden delle sue paure e di quello che le ha causate, e anche lui nasconde qualcosa, o meglio ci prova!
Sarà proprio il passato di Braden ad avere a che fare con le paure di Allison e che quando li trova riuscirà a distruggere il lavoro faticoso fatto dal ragazzo per conquistare la sua fiducia.
Il passato può condizionare il futuro al punto di distruggere anche un amore profondo?

Considerazioni

Il racconto è per lo più svolto da Allison in prima persona, verso gli ultimi capitoli però abbiamo un paio di questi narrati direttamente da Braden. L’autrice ha segnalato questo cambio di pov sola una volta, scordando di farlo nei successivi, devo però dire che a parte questo dettaglio, il cambio di pov è stato interessante.
Lo stile è nel complesso curato e semplice, scorrevole e colloquiale.
Il romanzo è molto lungo e per buona parte tratta questo corteggiamento estenuante di Braden, mentre Allison affoga nelle sue paure, fa un passo avanti e due indietro ogni volta. Certo il segreto e il male che ha passato avrebbero segnato chiunque e in questo ho apprezzato Braden che ha accettato e lottato per entrambi per ottenere la sua fiducia.
Inizialmente la lettura risulta forse un po’ lenta proprio per il lavoro introspettivo che vediamo fare da Allison, che elabora e cerca di esorcizzare le paure che la attanagliano. Quando finalmente il passato li raggiunge il romanzo prende il via, abbandona il lato romantico e quasi smielato. per un ritmo incalzante incuriosendo il lettore.
Molto carina anche l’idea di aggiungere oltre all’epilogo anche un “extra” che prelude il prossimo romanzo che vedrà protagonisti Rose a Aiden i due amici di Allison e Braden.
Avrei forse snellito l’inizio, alternando già da lì i pov dei due protagonisti, ma senza dubbio il romanzo contiene buone idee e spunti di riflessione.
Lo consiglio a chi ama gli amori che sono dannati sin dall’inizio!

“Braden era la mia eccezione alla regola, la persona che avrebbe potuto ribaltare la situazione se solo gliene avessi dato la possibilità. La vera domanda, però, era se ero abbastanza coraggiosa da volere che la ribaltasse.”

Buona lettura!

PRESENTAZIONE IN ANTEPRIMA - "Una cena di Natale" di Marianna Vidal

Titolo: Una cena di Natale
Autrice:  Marianna Vidal
Editore: Self
Genere: Racconto contemporaneo
Formato: ebook
Prezzo:      € 0,99 
Data pubblicazione: 08/12/2017
Protagonisti: Clark e Giulia, Pablo e Federica con Monica
Pagine: 82
Serie:  Collana Latinos vol. 3
Vieni via con me
Il tuo bacio tra mille

Pagina autrice
Booktrailer
PREORDER



Giulia e Clark con Federica e Pablo, che abbiamo conosciuto nei romanzi Vieni via con me e Il tuo bacio tra mille, si danno appuntamento a Ischia per trascorrere le festività insieme, ma una serie di imprevisti rischiano di mandare a monte la rimpatriata.
Tra contrattempi, emozionanti annunci e una magica atmosfera natalizia, personaggi amati si rincontrano, introducendone dei nuovi.
Prequel di Uno scapolo da sposare
Sequel di Vieni via con me e de Il Tuo bacio tra mille.

Un racconto per vivere insieme la magia del Natale.




Marianna Vidal vive a Ischia.
Amante dei libri e delle grandi storie d'amore, è un'inguaribile romantica.
Ha lavorato spesso per il web ed è autrice di saggi e di articoli. Una cena di Natale è il suo primo racconto, che fa parte della collana di romanzi Latinos.




Buona lettura!